MIME-Version: 1.0 Content-Location: file:///C:/0469C635/Prodidenuncia2005.htm Content-Transfer-Encoding: quoted-printable Content-Type: text/html; charset="us-ascii" FAMIGLIA E CIVILTA’

FAMIGLIA  E  CIVILTA’

Associazione per la difesa della Famiglia e della Civiltà Cristiana

Recapito: Via Selinunte, 11 - 37138 VERONA - Tel. 045/8= 103444

E-mail: famcv@libero.it   =

___________________________________________= _________

Verona,

 

Alla Santa Sede

Palazzo Apostolico – Città del Vati= cano

 

Alla Congregazione per la Dottrina della Fede

 

Alla Sacra Romana Rota

 

Alla Segreteria di Stato della Santa Sede

 

All’Arcivescovo di Bologna

S.E. Card. Carlo Cafarra

Oggetto: denuncia contro l’On. Romano Prodi

        &= nbsp;   Per violazione dei doveri di politico cattolico=

 

 

La scrivente associazione, a= nome di molti fedeli, al fine di rivendicare e difendere i diritti di cui g= odono nella Chiesa (can. 221 § 1 del C.I.C.) specialmente il diritto alla sana dottrina (can. 213), tenendo conto del be= ne comune della Chiesa (can. 223 § 1), considerato il vasto influsso pubb= lico del modo di agire e pensare del prof. Romano Prodi, leader della compagine politica dell’Unione, dimostratosi contrario, con le sue prese di posizione pubbliche riportate dalla stampa (vedasi allegati), al dovere di osservare con cristiana obbedienza ai sacri Pastori ciò che questi dichiarano come maestri della fede (can. 212 § 1), in particolare circ= a le unioni omosessuali e la liceità dell’aborto (Conc. Vat. II°, GS 27/c e 51/c), al quale è dovere dei rappresentanti legislativi di opporsi, né &egrav= e; consentito di partecipare alle campagne di opinione in favore di leggi contrarie alla vita umana né di dare a esse appoggio (Giovanni Paolo= II, Enc. Evangelium vit= ae 73; Congregazione per la Dottrina della Fede, Nota dottrinale circa alcune questioni riguardanti l’impegno e il comportamento dei cattolici nella vita politica  II, 3 e 4) deferiscono al giudizio della Santa Sede, in base al can. 1417 §= ; 1, a codesta Congregaz= ione per la dottrina della fede, alla Segreteria di Stato, all’Ecc.mo Ordinario della diocesi di Bologna  il sunnominato prof. Romano Prodi, affinché vengano adottate contro di lui le sanzioni previste nel canone 1364 § 1 (cf can. 751) o altre adeguate alla gravità del= le violazioni messe in atto dall’On. Prodi, compresa la scomunica, in qu= anto egli è venuto meno, con le posizioni assunte in materia di aborto e = di morale, al dovere della comunione con la Chiesa (can. 209) e questo in qualità di personalità pubblica e politico cattolico (cf GS 52/b, 74/d), abusando di tale sua posizione di = autorità pubblica (GS 74/e)

Si allega documentazione rel= ativa alle sue dichiarazioni, prese di posizione e atti concreti messi in = atto nell’esercizio delle sue funzioni, contrari alla morale naturale e cristiana.

 

Si chiede di essere puntualmente informati circa= le determinazioni che le illustrissime SS.LL. vorranno assumere sulla questione.

 

Distintamente e con filiale devozione=

 

      Il Preside= nte

Palmarino Zoccatelli