MIME-Version: 1.0 Content-Location: file:///C:/9D29BA34/2-arena-9-12-04.htm Content-Transfer-Encoding: quoted-printable Content-Type: text/html; charset="us-ascii"



L'Arena
IL GIORNALE DI VERONA

Giovedì 9 Dicembre 2004 Pagina 15 =

- Gli integralis= ti cattolici

«Non dobbiamo piegarci a falsi valori di tolleranza»

«Bisogna restaurare lo Stato cattolico, tornare alla religione di Stato, porre un freno alla libert&a= grave; religiosa e al relativismo imperante». Gli integralisti cattolici non hanno incertezze di fronte al problema «Presepe = sì-Presepe no» e non si fanno pregare per esporre il loro pensiero riguardo a co= me comportarsi nei confronti di chi, tra gli alunni delle scuole, vive la festività-chiave della religione cattolica come un momento di domina= nza culturale.
Maurizio Ruggiero ,leader dei tradizionalisti di Sacrum Imperium, è più sobrio nei modi, = ma altrettanto deciso nella sostanza: «Persino l’Imam di Milano non capisce che senso abbia abolire una tradizione, quella del Presepe, che ha duemila anni di storia. È più cattolico lui di noi.» Ruggiero se la prende con «cattocomu= nisti e laicisti, influenzati dal politically correct e schiavi del più totale relativismo. = Con questo atteggiamento, i laicisti aprono le porte all’Islam. Nella scuola italiana è in atto un degrado di valor= i, si trasmettono idee sbagliate sul medioevo cristiano e su molte altre tematiche. Sono ancora in circolazione gli alfieri del Concilio Vaticano II.»
Per fortuna, la riscossa è alle porte. «Personalità lai= che come Marcello Pera, intellettuali come Giuliano Ferrara e Ferdinando Adorna= to tornano ad affermare il valore della religione e della Chiesa nella società. E tutto il movimento "teo-con" americano va in questa direzione. Il ve= nto sta cambiando.» (f.pin.)
=